21 giugno 2020 – Festa di inizio estate
Una nota a canestro – Olimpiadi Fidapa Sez. Roma”

di Lorena Fiorini con Annamaria Nassisi, Giuseppina Del Signore, Nadia Durastanti, Patrizia Galeffi

Sorpresa per tutti. Una festa di inizio estate, dopo il periodo di forzata segregazione, ci voleva proprio! Grazia Marino, la nostra impagabile Presidente, ha scelto, per “stare insieme”, il solstizio d’estate, ma anche il giorno internazionale della musica. Ha presentato al Comitato di Presidenza una proposta ben definita: luogo, costi, coinvolgimento di due “prime donne” nell’organizzazione, Angela e Giovanna. In Fidapa una vera e propria novità: un pic-nic, ospiti di Tina Vannini a Villa Molinario, per le socie Fidapa non si era mai organizzato. I rischi dell’incontro superati da una pianificazione attenta, che non ha lasciato nulla al caso. Le adesioni, numerose, hanno assicurato un vero successo, tra coinvolgenti giochi, canti, balli, chiacchiere spensierate.

Ci siamo ritrovate tutte un po’ ragazzine, aggiungendo brio, allegria e risate alle sperimentate cerimonie ufficiali. La pandemia ha finito per rafforzare il legame, ci siamo conosciute di più, mentre una giornata all’aria aperta ci ha regalato la libertà da costrizioni e la felicità del ritrovarci. Abbiamo espresso contentezza ai massimi livelli, perfino dietro le mascherine, e trasmesso la nostra emozione a tutte anche attraverso simpatiche esibizioni del nostro coro. Felici di essere parte del coro Fidapa Roma e di questo “fortissimo gruppo”.

Lunghi preparativi hanno fatto crescere la curiosità di giorno in giorno per le nostre prime Olimpiadi preparate in gran segreto. La maggior parte di noi socie è più specializzata in dolce poltrire che in salti e giochi! Ma il gran giorno è arrivato. Ci incamminiamo per giungere allo spettacolo, che ci lascia senza fiato, della splendida villa immersa nel verde con al centro il suo specchio d’acqua. Tutto è perfetto e organizzato fin nei più piccoli dettagli. L’accoglienza della nostra Presidente è accompagnata da bibite e nastri colorati per la formazione delle squadre e per ottenere la dovuta distanza.

Si sente nell’aria calda dell’estate una leggiadra voglia di godersi finalmente gli spazi liberi, dove lo sguardo non incontra più le barriere delle pareti di casa, ma riusciamo a godere della vista di alberi e prati disseminati intorno alla villa.

Giovanna Gattuso e Angela Adamoli sono già li pronte con il loro palco per la direzione dei giochi, a terra nel prato si intravedono i cerchi colorati delle olimpiadi e a fianco si erge la fiaccola per l’apertura ufficiale dei nostri giochi. Un pallone è quello dei campionati del mondo di basket vinti dalla nostra campionessa Angela Adamoli.

Ci siamo. Intoniamo l’inno FIDAPA e subito dopo la luminosa canzone del coro “La nostra amica sempre” composta dalla brillante Giovanna.

La fiaccola è accesa e la torcia inizia a girare fra le concorrenti, noi, le protagoniste delle olimpiadi. Prendiamo coraggio, ci concentriamo su regolamenti e giochi, l’agonismo cresce, il traguardo è lì che attende. Ce la mettiamo tutta nel cercare le rime baciate, saltellare con la corda, far girare Hula Hoop e impegnarci nel passa parola per la canzone che ci permetterà di infilare il pallone nel canestro, fra gli applausi generali.

A fine giochi, ci rilassiamo all’ombra degli alberi per il pranzo, che ci offre l’opportunità di scambiarci le esperienze del difficile e lungo periodo di chiusura. Sono con noi, amici, mariti, figli, nipoti. Giovanna e Angela ci chiamano a raccolta per la premiazione. Cantiamo la divertente canzone “Una zebra a pois” seguendo i testi del karaoke.  Dopo è il momento del coro diretto da Giovanna con la canzone “Baciami piccina”, che travolge come un turbine e il gruppo, ormai scatenato, canta, balla, tutti assieme ripetendo il ritornello. La nostra past presidente nazionale Pia Petrucci ci regala un ballo e le sue parole di incoraggiamento.

I tamburi iniziano a rollare: è il momento delle premiazioni, il gruppo che si aggiudica il primo posto accoglie un trofeo unico: una splendida collana forgiata dalle sapienti mani di Gaia Caramazza per l’evento! La giornata volge al termine, fra applausi e risate, ci avviamo verso la tradizionale foto di gruppo davanti a un lunghissimo striscione bianco, preparato dall’impareggiabile Bettina, con le nostre impronte gialle e a una mirabile e gigantesca torta mimosa.

Una grande squadra finalmente è tornata in campo per vivere una giornata fantastica, che rimarrà nei cuori di tutte noi. Nei mesi passati molte socie si sono impegnate, hanno regalato professionalità e simpatia organizzando incontri e seminari via web, addirittura è nato un corso di scrittura creativa. Ci siamo conosciute di più e abbiamo apprezzato le qualità di ognuna. Partecipare a questa giornata è stato il modo per ringraziare le amiche che si sono impregnate. Grazie, in particolare, ad Aleksandra, Annamaria, Gaia e Pina per il prezioso lavoro svolto. Grazie FIDAPA sez.Roma!

Da sottolineare la presenza dell’Ambasciatrice del Libano a Roma, Mira Daher, ospite d’onore della giornata.

A corollario dell’incontro bambini, felici e spensierati, si rincorrono nei prati con le guance ricche di sole e d’allegria. 

tutte le foto sono consultabili sulla nostra pagina facebook a questo link 

“Festeggiare l’inizio dell’estate con giochi e picnic” il contributo di Antonia Doronzo

Oggi, primo giorno d’estate, siamo stati tutti gioiosi, fidapine ed amici, di aver partecipato ad una giornata associativa coinvolgente in libertà, dopo i tempi di chiusura del Coronavirus.
Il fascino della contaminazione, questa volta, ha riguardato l’amicizia, il gioco, la natura, il gusto.

Insomma il bello della vita!

Immersi nel verde, nella splendida struttura di villa Molinario, abbiamo ritrovato l’allegria nel condividere momenti di leggerezza, partecipando a squadre alle prime Olimpiadi FIDAPA della sezione Roma.

Fra nastri colorati, hula hoop, corde e palloni, nei giochi l’età non ha avuto peso, l’energia ci ha accomunato con il sorriso.

La Presidente Grazia Marino, le coach Angela Adamoli e Giovanna Gattuso, che hanno ideato i giochi, in modo originale hanno ravvivato, così, lo spirito di squadra e permesso di essere di nuovo vicine nel rispetto del distanziamento.

Non siamo state sempre diligenti, troppo chiassose, e cartellini gialli hanno segnato le nostre azioni da parte degli arbitri, che hanno individuato nella squadra “Bianca” la prima classificata come punteggio.

L’Ambasciatrice del Libano a Roma, Mira Daher Violides, a sorpresa con la sua presenza, ha voluto comunicare l’ammirazione nei confronti della forza delle donne italiane, plaudendo i valori della FIDAPA.

Teli fantasiosi hanno pezzato, poi, il verde prato all’ombra di alberi e siepi, accogliendo i commensali con Bio Box, contenenti tagliata di asparagi e bufala affumicata, lasagna, polpettine e macedonia, anche speciali per bimbi, allergici e celiaci.

Il tutto preparato con professionalità culinaria dal team guidato dalla creatività di Tina Vannini.

La deliziosa torta, vino, canti e balli hanno centrifugato l’entusiasmo dei presenti, felici di aver partecipato, cantando fragorosamente con il Coro sulle musiche di “Una nota a canestro”.