Giornata mondiale della Terra
50° anniversario 22 aprile 2020

Tuteliamo questo fragile equilibrio

#OnePeopleOnePlanet #abbracciamola #earthday

Giorno 22 aprile partecipiamo virtualmente all’evento mondiale per la tutela della nostra Madre Terra.

La Giornata della Terra è una risposta unificata a un ambiente in crisi: fuoriuscite di petrolio, smog, fiumi e mari  inquinati.
Il 22 aprile 1970, 20 milioni di americani – all’epoca il 10% della popolazione americana – scesero in strada, nei campus universitari e in centinaia di città per protestare contro l’ignoranza ambientale e chiedere una nuova via per il nostro pianeta.
Il primo Earth Day è accreditato con il lancio del moderno movimento ambientalista ed è oggi riconosciuto come il più grande evento civico del pianeta.

Il tema di Earth Day 2020 è l’azione per il clima.

 

L’enorme sfida – ma anche le grandi opportunità – dell’azione sui cambiamenti climatici hanno distinto la questione come argomento più urgente per il 50 ° anniversario.
Il cambiamento climatico rappresenta la più grande sfida per il futuro dell’umanità e dei sistemi di supporto vitale che rendono il nostro mondo abitabile.
La prima Giornata della Terra nel 1970 ha lanciato un’ondata di azioni, compreso il passaggio di leggi ambientali di riferimento negli Stati Uniti. In risposta alla prima Giornata della Terra del 1970 sono stati creati atti per aria pulita, acqua pulita e specie minacciate di estinzione, nonché la creazione dell’Agenzia per la protezione ambientale (EPA). Molti altri paesi hanno presto adottato leggi simili.
La Giornata della Terra continua a rivestire un importante significato internazionale: nel 2015 è stata definita la 2030 agenda per uno sviluppo sostenibile (SDG13[i] per il clima) adottata dagli Stati Membri delle Nazioni Unite, nel 2016 le Nazioni Unite hanno scelto la Giornata della Terra come il giorno in cui è stato firmato lo storico Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici.

Fin dalle sue origini la nostra Madre Terra è riuscita a sopravvivere nel nostro sistema solare grazie alla diversità di specie che si sono sviluppate sul nostro pianeta. Oggi più che mai, in un momento distratto da altri interessi, bisogna porre l’attenzione sull’importanza degli effetti delle variazioni climatiche che esistono, nonostante alcuni capi di stato lo disconoscano, e preservare la diversità per garantire la nostra sopravvivenza.
Diversità (SDG5) nello specifico ma tutti gli obiettivi di sviluppo sostenibile sono  temi che FIDAPA BPW Italy porta avanti  con una variegata competenza delle socie in tutto il mondo.
Questo approccio è la vera speranza di cambiare un sistema di sviluppo economico che sta portando ad una sofferenza indicibile della nostra Madre Terra ed è ora di invertire questo processo autodistruttivo.

Partecipiamo in massa all’evento proposto da Earth Day per la celebrazione dei 50  anni (https://www.earthday.org/earth-day-2020/ ) e quella promossa in Italia da National Geographic (https://www.nationalgeographic.it/ ) e uniamoci come unica voce a salvaguardia della nostra Madre Terra che, nonostante le ricerche scientifiche del nostro sistema solare e fuori da esso, non ha trovato ancora ad oggi eguali.

Mentre il coronavirus può costringerci a mantenere le distanze fisiche, non ci costringerà a mantenere basse le voci.
L’unica cosa che cambierà il mondo è una richiesta audace e unificata per un nuovo modo di procedere
” (Annamaria Nassisi)
 

In linea con lo svolgimento del Tema Internazionale FIDAPA BPW Italy 2017-2019 curato dalla Past Presidente Sez.Roma Bettina Giordani, ringraziamo Annamaria Nassisi per il bellissimo contributo.

Grazia Marino-  Presidente Sez. Roma FIDAPA BPW Italy  Biennio 2019-2021

[i] Sustainable Development Goals